Storia

Il Vermentino è un vitigno a bacca bianca presente nella Liguria di Levante fino alla Toscana, le cui origini sono discordanti. Si pensa che sia nato in Spagna e poi da lì si sia diffuso in varie regioni della Francia.  In Italia si è diffuso dalla Liguria verso sud, in Toscana, lungo le colline ai piedi delle Alpi Apuane, in provincia di Massa-Carrara fino alla Maremma livornese e all’Isola d’Elba.

Nemmeno il nome offre molti indizi sull’origine del vitigno. Si considera che possa derivare da vermena, una parola italiana ormai in disuso che indica un “ramoscello giovane, sottile e flessibile”, che a sua volta deriva dal latino verbena (utilizzato per “erbe e ramoscelli di piante sempreverdi”). In ogni caso ciò offre solo una descrizione della pianta e non dice nulla sulla sua terra d’origine.

Caratteristiche ampelografiche

Il Vermentino è un vitigno a bacca bianca caratterizzato da grappoli di dimensioni medie o medio-grandi, di forma cilindrica o piramidale e mediamente spargoli (cioè con acini radi).

Anche gli acini sono di norma medio-grandi con una forma sferoidale, quindi un po’ allungati. Sono normalmente di colore giallo-ambrato o giallo-verdastro (la gradazione dipende dal maggiore o minore grado di esposizione al sole). La buccia è pruinosa, cioè è ricoperta da un sottile velo biancastro di una sostanza cerosa che rende impermeabile la superficie dell’acino. Le foglie medio-grandi crescono a forma pentagonale e sono quinque lobate, nel senso che sono formate da cinque estremità distinte dette appunto “lobi”.

Le zone ideali per la coltivazione del Vermentino sono quelle in prossimità del mare. Nelle zone litoranee e nell’immediato entroterra, dove altri vitigni risentirebbero dei venti salmastri e della prolungata siccità, il Vermentino dà il meglio di sé. In particolare predilige i terreni collinari e asciutti con una buona esposizione al sole.

Caratteristiche Organolettiche

il vino Vermentino si presenta di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Il profumo è delicato a base di agrumi, fiori bianchi, erbe aromatiche come timo e basilico e frutta gialla non troppo matura, ma soprattutto ci troverete dentro il richiamo del mare.  il sapore è secco e tendente all’amarognolo, caratteristica che si attenua con il procedere dell’invecchiamento. Nei vini liquorosi e passiti da dessert, caratterizzati da delicati sentori di miele e frutta matura, il colore si presenta invece nelle tonalità che vanno dal giallo oro all’ambrato più intenso a cui si associa una gradazione alcolica maggiore (dai 15% vol. in su).

Abbinamento cibo vino

Vermentino e pesce è un abbinamento che tutti conoscono e apprezzano. Le espressioni olfattive e gustative del Vermentino, delicato, fresco e profumato, lo rendono particolarmente indicato quando si servono piatti di mare non troppo elaborati. La sua stessa zona di coltivazione, spesso vicina alla costa (come nel caso delle nostre vigne maremmane poco distanti dal Mar Tirreno), fa sì che il Vermentino sia una scelta naturale per accompagnare antipasti e primi di mare, molluschi, crostacei e, in generale, secondi a base di pesce (al forno o bollito). Consigliamo di provarlo anche con formaggi freschi e carni bianche.

Azienda Agricola Purovino